Westfield Shopping Centre: un mondo di negozi in centro città

Certo, gironzolare avanti e indietro in Oxford Street può anche essere piacevole, un paio di volte. Ma in orario di punta, nelle giornate di pioggia, quando magari abbiamo tante borse da portare e il negozio in cui dobbiamo andare si trova a venti minuti di distanza, si può anche arrivare ad odiare la via più affollata della città, sempre piena di turisti ma anche di tanti allettanti insegne di negozi.La soluzione del problema si chiama Westfield Shopping Centre: facilissimo da raggiungere, è un enorme centro commerciale cittadino (150 mila metri quadrati) nella zona ovest di Londra, autentico paradiso dello shopping – anche di lusso – e ottima soluzione per trascorrere un pomeriggio/serata londinese di spese e svago.

Metropolitana. La fermata più vicina è Shepherd’s Bush, sulla Central Line (linea rossa). Usciti dalla stazione, si svolta a sinistra e in un batter d’occhio si raggiunge il centro commerciale. In alternativa, c’è anche la fermata Wood Lane, sulla Hammersmith&City Line (linea rosa).
All’esterno sono presenti diversi ristoranti e locali (aperti fino a mezzanotte – domenica fino alle 23), mentre sulla destra ci sono gli ingressi.

Orari di apertura. Dalle 10 alle 21. Giovedì e venerdì fino alle 22. Sabato dalle 9, domenica da mezzogiorno alle 18. Nel periodo natalizio o in altre giornate particolari gli orari possono cambiare. Naturalmente il cinema (al terzo piano) chiude più tardi.

Cosa c’è. Tantissimi negozi, due supermercati (Mark’s & Spencer e Waitrose), un cinema Vue, diversi ristorantini, eventi speciali. Meritano una sottolineatura l’ariosità e la luminosità degli interni: tutt’altro che soffocante, il Westfield mette il visitatore a proprio agio, rendendo lo shopping – o comunque le visite ai negozi preferiti – un momento di puro piacere. Pulizia e bagni impeccabili sono altri due aspetti da non sottovalutare.

I negozi. Sono oltre 300 e, per riassumere, diciamo che in fatto di vetrine e griffe il Westfield non ha niente di invidiare ad Oxford e Regent Street (se non Selfridges, Hamley’s e pochi altri negozi storici). Per chi vuole concentrarsi sugli acquisti di lusso c’è The Village, un’area del centro commerciale dedicata ai grandi nomi internazionali della moda e della gioielleria: qui troverete Louis Vuitton, Prada, Gucci, Dior, Burberry, Miu Miu, De Beers, Furla, House of Fraser, Versace, Red Valentino e molti altri. Queste griffe non hanno certo bisogno di presentazioni. Fra gli altri negozi presenti nel Westfield vi segnalo invece i miei preferiti:
Dorothy Perkins (casa, accessori, abbigliamento donna, scarpe);
Monsoon (accessori, abbigliamento donna: bellissimi abiti da giorno ,da sera e da matrimonio!);
Next (casa, accessori, abbigliamento donna uomo bambino: interessante per i prezzi e per la presenza di abiti tagliati in modo particolare per persone Petite e Tall);
Octopus (accessori, articoli da regalo, oggetti per la casa: è il Pylones che si trova a Bologna, Milano e Torino. Le sue creazioni riescono sempre a sorprendere!);
Apple (musica, elettronica, telefonia. Questo è bello grande);
Whittard of Chelsea (articoli da regalo, tè e teiere: vendono tè solubili e in bustina da sogno e bellissimi servizi da tè e caffè);
Boots e Superdrug (bellezza, salute, ottica, farmacia: oltre ad avere prezzacci sui farmaci da banco – come aspirine e ibuprofene – vendono tantissimi prodotti a prezzi scontati. Meritano sempre una visita);
The Body Shop (salute e bellezza: visto che in Italia ne sono rimasti solo nove, io ci vado qui!);
Lush (salute e bellezza: come per il Body Shop, in Italia i negozi non sono molti – e i loro prodotti sono irresistibili);
Habitat (mobili e articoli per la casa);
Tiffany & Co. (gioielli: non serve comprare per forza e farci un giretto è sempre bello);
Hollister (abbigliamento uomo e donna: è il brand giovane di Abercrombie & Fitch);
Uniqlo (abbigliamento uomo e donna: il marchio più venduto in Giappone, interessanti le magliette in tessuto tecnico);
Paperchase (carta e articoli da regalo, bigliettini, oggettistica: classico negozio di cose inutili, dove però ti compreresti tutto);
Jessops (fotografia e arte: il posto giusto per comprare obiettivi fighi di marchi minori ma compatibili con la vostra macchinetta);
Crocs (scarpe e ciabatte in poliuretano);
Jimmy Choo (scarpe da sogno: guardare ma non comprare);
Build-a-Bear Workshop (pelouche: crei il tuo animale di pelouche e poi gli compri un guardaroba più grande del tuo. Impossibile resistere, almeno per me);
Desigual (abbigliamento uomo donna bambino, accessori: colorato marchio spagnolo dai prezzi non proprio popolari – ma si possono sempre aspettare i saldi!).

A proposito di saldi, a Londra quelli estivi cominciano ufficialmente l’ultimo sabato di giugno (anche se molti negozi cominciano prima), mentre quelli invernali cominciano il 26 dicembre. Il bello è che sono saldi VERI: il Westfield si riempie di sconti che, dopo circa tre settimane dall’inizio dei saldi, arrivano anche al 70%.

I ristoranti. Il mio preferito fra i ristoranti all’interno del centro commerciale è decisamente il Comptoir, ristorantino libanese davvero super. All’esterno, invece, ho apprezzato molto la cucina greca di The Real Greek e quella messicana del Wahaca. Una chicca, sempre fra i locali della Southern Terrace, è il Jamie’s Italian, uno dei tanti ristoranti del cuoco Jamie Oliver. Un’ultima griffe per concludere al meglio la giornata di shopping.

Lascia un commento o una domanda.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...